martedì 30 ottobre 2012

Da Codigoro a Comacchio, passando per la Sicilia, per arrivare a Roma

Quando ci sono le elezioni è sempre bello fermarsi a ricordare tutto ciò che è stato e da dove siamo partiti. Era l'ormai lontano aprile 2010 quando tre di noi andarono a una riunione della lista 5 stelle di Ferrara. In maggio siamo poi diventati quattro e intorno a un tavolo ci siamo sentiti un po' i "quattro amici al bar, che volevano cambiare il mondo". Il M5S di Codigoro nasce ufficialmente nell'ottobre 2010, con un piccolo gruppo di persone e inizialmente si fa davvero fatica a trovare delle persone che vogliano unirsi al 5 stelle, allora quasi sconosciuto ai più.
Pian piano il gruppo si allarga e l'entusiasmo cresce, fino ad arrivare a quel risultato incredibile del 15% nel maggio 2011: primi in Regione, secondi in Italia, proprio qui nella nostra Codigoro.
Passano i mesi e anche a Comacchio suona la sveglia del MoVimento.


Ricordo le prime riunioni, che vedevano ancora pochi comacchiesi presenti. Poi all'inizio del 2012 conosco Marco Fabbri e i ragazzi del suo gruppo e ritrovo quell'entusiasmo che dà la forza di cambiare tutto, senza paura. Arrivano finalmente le elezioni e il botto di Comacchio fa un'eco che risuona in tutta la provincia. Si va al ballottaggio con l'emozione a mille, perché le persone in piazza lo dicono chiaramente: vincerà il MoVimento perché ora vogliamo cambiare. E così è stato. Il 70% di consensi al ballottaggio, il migliore d'Italia. Si fa festa davanti al Municipio e i sorrisi e la gioia, iniziano a diradarsi verso sera, perché da domani la responsabilità è altissima, ma questo non ci fa paura, perché il gruppo di Comacchio è fatto di persone stupende desiderose di dare il meglio di sé, come i tanti attivisti che ho avuto la fortuna di conoscere in questi anni.


Ieri abbiamo visto l'ennesimo boom del M5S e l'abbiamo fatto proprio nella Regione più difficile d'Italia, aggiudicandoci la percentuale più alta come singole forze politiche. Ho ascoltato Giancarlo Cancelleri e ho sentito di nuovo quell'energia far vibrare l'aria intorno a lui.
Beppe in Sicilia ha detto una frase che mi ha colpito molto: "Se entri nel M5S noi non ti diamo un posto di lavoro, anzi, ti facciamo lavorare!" Questo riassume un po' quello che facciamo da quando è incominciata l'avventura: dedichiamo parte del nostro tempo e delle nostre energie per lavorare per gli altri, ovvero per la nostra comunità. Bene, ieri Beppe ha pubblicato il suo comunicato politico numero 53 e di nuovo ci ha ricordato che ora bisogna lavorare anche per le politiche 2013.
Nel link trovate le regole e i requisiti sia per chi vorrà candidarsi, sia per chi vorrà contribuire a scegliere i candidati e migliorare il programma di governo.
La speranza però rimane questa: che le politiche non siano il fine ultimo del MoVimento, ma siano una tappa del cammino verso un cambiamento che è più importante dei parlamentari: un nuovo modo di vivere la politica e il proprio ruolo di cittadini attivi. Perché se pensiamo che una volta fatte le politiche, poi ci penseranno quelli del M5S, allora non si avrà chiaro che cos'è il MoVimento. Il MoVimento è uno strumento per far partecipare i cittadini. Il M5S è rete sociale e virtuale, che non vive però senza l'impegno di tutti, che devono mettersi in gioco e mettere a disposizione le proprie competenze per migliorare la propria comunità. Il 5 stelle ci dà l'occasione unica di entrare veramente nel cuore delle decisioni ed esprimere il nostro parere, mentre se continueremo a delegare agli altri ciò che invece ci compete, allora nulla cambierà.
Concludo auspicando che tutti coloro che si candideranno, abbiano in primis ben chiaro quanto detto sopra, visto che potrebbe capitare che qualcuno ricada nuovamente nella logica partitica della delega, dimenticando che un eletto è solo un tramite delle istanze dei cittadini, pur interpretando il proprio ruolo secondo la propria personalità. Per questo invito tutti ad iscriversi al più presto al portale nazionale del MoVimento visto che potranno votare i candidati solo coloro che si saranno iscritti (con documento certificato) entro il 2 novembre. Più siamo a selezionare i candidati, più potremo mettere alla prova la loro coerenza nel fare da portavoce per il resto del MoVimento.
Siamo a disposizione per supporto tecnico e informatico per quanto riguarda la procedura d'iscrizione al portale e di certificazione del documento d'identità.

1 commenti:

Daniele Berti 3471207423 ha detto...

Bello !!!

Posta un commento